Archivio per tag: Mauro Fornaro

Mercoledì 15 agosto, ore 00:15 (I più votati di Prosa e Poesia)

Mercoledì 15 agosto, ore 00:15
una giovane donna
mi fa “capire”
dove inizia e
dove finisce
il mio mondo
in questi giorni.
Il suo sorriso, la mia alba.
Il suo sguardo,
il mio sereno tramonto.

Siamo acqua per la morte (I più votati di Prosa e Poesia)

Ho trascurato di scrivere un sogno.

La morte vede nascere un’anima
e già sa che un giorno sarà sua.
Questo mio sogno dimenticato
si è perso nel cielo
dei desideri.

Ho parlato ad un albero,
gli ho chiesto se è così difficile
non poter
fuggire via.
Non mi ha risposto.

Dalla finestra entrano uomini
ma non sanno vedermi.

Vidi (I più votati di Prosa e Poesia)

Vidi
quel dolce corpo
di fanciulla cadere.

Piansi,
vedendo
svanire
quel suo triste sorriso.

Afferrai
quegl’attimi tristi
ne bevvi il succo amaro.

Sono
un gelido vento:
dove potrò fermarmi?

Piatto, fondo piatto (I più votati di Prosa e Poesia)

Piatto, fondo piatto.
Orizzonte piatto, una linea continua.
Emozioni piatte, calma di vento.
Niente di nuovo. Tutto piatto.
Le ultime note della chitarra
finiscono.
Il nastro procede a rilento
emette solo un piccolo fruscio.
Per il resto
tutto piatto.

Pensarti tutte le notti (I più votati di Prosa e Poesia)

Pensarti tutte
le notti.
Solo,
in questa stanza
spoglia.

Mi giro e rigiro nel letto,
convinto d’essere un libro scritto male.
Leggi tutto →