Archivio per tag: Fabio Lazzeri

Metempsicosis – 02 – Un filo d’erba

Fermo qui né un’idea né un perché buio e poi
no non riesco a muovermi però sento qualcosa
un gran calore dentro me umidità chissà cos’è
lieve una luce fremiti d’ansia intorno a me cosa succede

Arriva il sole che mi porta verso sé
allora io che cosa posso fare qui
un mare verde un verde senza limiti
un filo d’erba che

Si perde nell’immensità si erige e pende in unità
con altri come me cosa sarà
che cosa posso fare qui di linfa fermo io vivrei
vorrei gridare ma non ho voce però si alza il vento

Si muove il mare che si agita con me
imprigionato qui che ne sarà di me

Calpestami sradicami
il sole adesso sparirà e chissà dove mi sveglierà
in un altro mondo che
chissà dov’è

Metempsicosis – Recensione

(…) sedia elettrica per chi ha stuprato la poesia

Abbassate le luci, procuratevi un’ora abbondante di tempo libero, un buon paio di cuffie e una buona dose di voglia di viaggiare via dall’apparenza e dalle comodità: arrivano i L.E.S.

Dopo una lunga gestazione viene alla luce Metempsicosis, il primo cd ufficiale (autoprodotto) di questo trio di amici/compagni/musicisti/irrinunciabili-nostalgico-romantici che sfornano alle soglie del 2013 un album che sembra voler dare uno schiaffo a tutto ciò che risponde all’imperativo ‘omologarsi’.

Leggi tutto →

Metempsicosis – 01 – Fuori di me

Dentro questa macchina impazzita
butto i sogni d’una vita sorseggiando un’evasione

Alcol che si mischia all’amarezza di una notte
dove gli occhi hanno visto la mia colpa

Oggi ho ucciso senza cuore
sento lento il suo calore
il suo sguardo nei miei occhi

Ero in una stanza che girava
io l’ho uccisa senza pena ora tocca al mio destino

Espiare la mia colpa
e morire come un’ombra

Corro lento volo in fondo al mare

Da “Metempsicosis”: Fuori di me

Jack Morton, 34 anni, solo, alcolizzato e perennemente incazzato con il mondo, viveva in una topaia ai piedi di un monte, una specie di casottino in legno, una stufa e tanto sporco.
Non era sempre stata così la sua vita. Aveva avuto soldi, donne e fama ma la bramosia insaziabile dei suoi istinti primordiali e l’assenza di una figura di riferimento (aggravata da un contesto permissivo e privo di ogni regola) lo avevano portato sulla strada dell’autodistruzione.

Leggi tutto →

Comunicazione di servizio

Mercoledì 31 Ottobre 2012 alle 23:59 verrà messo in vendita “Metempsicosis” dei L.E.S.

In contemporanea qui su Prosa e Poesia pubblicheremo l’inizio del libro di Michele Ermini nato dalla storia che ha ispirato il disco.