Silenzio strano

E’ un silenzio strano
quello che si addensa,
malinconica realtà,
l’indifferenza;

lo stridio di un cancello
cigolante
di continuo,
ed io nell’uscio
senza chiedermi
perché;

felicità da mecenati,
allegria a costoso prezzo,
ed io immobile a capire
la tristezza
del mio cuore;

e non comprendo questa noia
grigia
e senza senso,
di cui mi nutro
e che subito disprezzo;

ma mi maledico,
soffocando
lentamente
l’orrore,
di questa tenue
verità.

 

Francesco Centorrino

Silenzio strano ultima modifica: 2012-11-06T09:00:11+00:00 da Francesco Centorrino

---

Post Navigation