Archivio per Autore: Manuel Galbiati

Gocce 2/6

La luce infida di una giornata di pioggia filtrava attraverso le fessure dei battenti. Una musica lontana e moderna stonava con l’ordinato ticchettio della sveglia sul comodino di legno laccato. Otto e quindici. Tutto trasudava ordine in quella stanza. Leggi tutto →

Gocce 1/6

Il rumore. La risvegliò il rumore. Prima della prima goccia sui quattro strati di vestiti. Il rumore e l’odore di una pioggia tardo primaverile. Bastarda, pensò Lucia. Leggi tutto →

Una falena

Agosto e sono qui.
Continuo a ripetermi che dieci euro sono dieci euro. Ogni ora pagata come straordinaria, otto ore a notte. Da mezzanotte alle otto. Non è sempre così. Solo in Agosto comprano il sacrificio delle mie ferie, pagandolo bene. Leggi tutto →