Archivio mensile: marzo 2017

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Anelare

Anelare
all’uno dal doppio vestito
ogni lembo diverso tessuto,
groppo
di orli fini già fatti disfare
di giacigli a non farti dormire.

Come sarebbe bello
arabeschi già fatti adorare
confrontare col niente del dentro
e lasciarsi innocente cullare.

Ma capisco
che lo sforzo calore di mano
nel suo tendere piano ed arcano
mi rimane quel senso impotente
che mi rende guerriero valente.

La cicala e la formica

Una cicala canta a perdifiato
sotto un’afa che mozza
il fiato.

Canta in un concerto tutto il tempo
ignorando la formica laboriosa
che cerca cibo per l’inverno.

Dall’albero in cui dimora
canta nel suo frinire
pensando alla calura estiva
mentre lentamente l’estate sta per finire.

Il vento gelido dal nord arrivò
affamata la cicala alla formica allora bussò.

Cerco ristoro cara formica
fai presto ho fame e freddo.

Una sottile voce risuonò da dietro l’uscio
“Se l’estate ti piace cantare
cara mia cicala
per l’inverno prova a danzare”

Devo (I più votati di Prosa e Poesia)

Dobbiamo avere rispetto della Vita.
Dobbiamo imparare a Perdonare.
Dobbiamo sorridere anche quando il sole non tinge il nostro cuore.
Dobbiamo avere rispetto per chi soffre.
Dobbiamo avere rispetto per chi è povero.
Dobbiamo ridare un sorriso a chi è triste.
Dobbiamo parlare col nostro cuore che è chiuso nel cassetto dell’abitudine,
rendere le nostre giornate ricche d’amore e di gioia.
Devo ricominciare da zero per far sorridere ancora il mio cuore.
Devo.

Non affliggerti

Se nel tempo
non è più
in quel sentiero
ove conduce
il cuore,

perché

ha incespicato
tra i meandri
dell’ego
per non donare
amore,

non affliggerti

non è finita,
potrai ricominciare
sfogliando
un’altra pagina
di vita.

TVB

Ti voglio bene
é proprio per questo
che te ne voglio.

Perché
nella consapevolezza
della felicità
sappiamo d’esistere
d’essere fatti l’uno per l’altro
ma non di restare insieme.