Archivio mensile: dicembre 2016

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Il primo amore non si scorda mai

Finché la notte
continuerà a sussurrare
con  una voce suadente
parole di te
in quel profumo intenso che
riaffiora
attimi per attimi
respiri su respiri
brividi del passato
andati via si  con il vento
ma mai cancellati.

Sarò schiava d’inquietudine
ma con il cuore libero
da ogni  solitudine…
perché il primo amore non si scorda mai.

L’Universo

Nell’immenso tante piccole stelle

Ognuna s’illumina e illumina.

Così nella terra grandi persone

Ognuna s’illumina e illumina,

ma quando si spegne

nessuno riesce a conoscere

il suo unico universo.

Maria Rosa Cugudda

Oggi, 2 agosto duemiladue (I più votati di Prosa e Poesia)

Oggi, 2 agosto
duemiladue.
Nur Pansiyon,
Selçuk.
Potrei scrivere
l’inizio di tutto quello
che farò
da qui al 2027.
Ma preferisco restarmene qui
disteso su un letto
con quattro
cuscini di stile vagamente orientale.
Tutto attorno tappeti, divani, candele, vasi.
Proprio un bel salottino.
Noi siamo arrivati
ma le valigie no.
Arriveranno.

Questa lode a te

Anche
se il percorso
è triste
e doloroso;

so,
che abbandoni
dietro di te
ogni dubbio
ogni paura;

so,
che mostri
il vessillo
glorioso
del tuo operare;

so,
che nulla chiedi
se non il rispetto
d’essere
uomo;

so,
che è bello
porgere
questa lode
a te.

La lontananza

Mi sono separata da te
quando l’amore
ancora viveva nel cuore

Ingoiando deserti di dolore
come lame taglienti
che lasciano dentro
una storia infinita…