Archivio mensile: agosto 2015

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Per Natale

Per Natale caro Gesù voglio che la gente non pianga più.
Voglio la pace e l’armonia .
Voglio la gioia e l’allegria.
Fa che arrivi un po’ di lavoro, giuro da oggi faccio il fioretto, sarò più buono.
Fa che mamma e papà siano sempre contenti, fa che arrivino gli stipendi.
Di bollette ne arrivano una enormità,
ma di soldi per pagarle un pochino qua e la.
Ci sono i nonni a fare manforte,
tra fratelli si tira a sorte,
Leggi tutto →

L’addio

Un pensiero esagerato non aveva capito nulla
dietro il filo del telefono
preso dall’istinto senza me stessa
convinto d’averti sempre al mio fianco
Parole senza amore
spensero la voce.
…odo il riaggancio.

Ti sottovaluti

Sei una meraviglia
del creato,
sei una rosa
vellutata,
sai esaltare
la grazia
della donna;
vivi
ad alto tasso estetico
corroborato
da vivida intelligenza;
mostri
sul ring della vita
il portamento
che ti fa diventare
tra le perle
la migliore;
nel tuo caso,
la parola classe
non è sprecata,
ti sottovaluti,
credi a me.

Uggia (I più votati di Prosa e Poesia)

L’autobus è pieno di ragazzi vocianti appena usciti dalla scuola; sono compressa tra la macchina per vidimare e la cabina dell’autista; di fronte a me un posto occupato e attorno zaini, camicie, magliette, colori, afrori, cicaleccio, stridori.
Tutti i giorni così, a quest’ora.
Cerco di distrarmi, di non pensare alla condizione in cui mi troverò a trascorrere una mezz’ora abbondante .
E oggi non piove!
Provo a spostare i pensieri oltre la mia fermata.
A casa cosa mi aspetta di buono ?
Leggi tutto →

Il disagio interiore

Manifesta
consciamente
il tuo disagio
interiore,
senza ostilità
senza far
rumore.

La violenza
sovrasta
le parole,
non soffocar
la vita,
evita l’immenso
dolore.