Archivio mensile: giugno 2015

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Italiani e migranti (bis)

Le tempeste
che scuotono
l’anima,
un gran sapore
d’amarezza;
spiriti combattuti
e delusi;
talenti migranti
in attesa
di elementi
più solidi,
cui fondare
la geografia
del lavoro;
la geografia
dei sentimenti;
la geografia umana
della solidarietà.

Giochi di parole e di colori 2/3

Cominciamo da quando ero piccolo, si fa per dire, alto quanto un soldo di cacio, dicevano allora. Questa storia del soldo di cacio ci ho messo un po’ a capirla, ma i modi di dire sono così fanno perdere le loro tracce per dove e da dove sono cominciati. Insomma ero solo un soldo di cacio e pertanto tutto mi sovrastava.
Non è piacevole sentirsi sempre con tutto sopra la testa, almeno a me non faceva piacere, dovevo sempre guardare con il naso all’insù e avevo sempre paura di essere schiacciato.
I colori delle mie emozioni tingevano tutto a tinte fosche, ero già contento quando tendevano verso il grigio, grigio topo.
Se non siete mai stati sovrastati da qualcosa forse non potrete vedere questa mia emozione.
Leggi tutto →

500.000 visite!

500.000 visite su Prosa e Poesia!

Grazie a tutti. Davvero.

Lo staff di prosaepoesia.net

Biancaneve e il Principe Azzurro 3/3

Allora le fu d’improvviso tutto chiaro ! E mentre Malizia imboccava con impeto le scale, urlandole contro, Biancaneve non perse un attimo: afferrò uno sgabello e lo scagliò con forza contro lo specchio, mandandolo in mille pezzi. Come d’incanto, Malizia si calmò e tacque, spaesata. Accorsero intanto i nanetti, che avevano udito le urla e il trambusto. Biancaneve si volse verso Malizia e le domandò con ferma cortesia: “Posso sapere dov’è la mia bambina ?” La vecchia scoppiò in lacrime, confusa, poi le disse: “L’ho chiusa stamani in una cantina del castello in rovina, perché temevo il vostro arrivo, ma ora… ecco la chiave, vi indicherò la strada.” Persa tutta la sua energia, Malizia sembrava un’altra: la rottura dello specchio l’aveva liberata dal nero incantesimo !
Leggi tutto →

La foga dei sentimenti

L’iniziale foga
dei sentimenti
e la loro
espressione
caratterizzano
il tuo slancio
accentuato,
che si trasforma
nel tempo
in poesia
pervasa di grazia
ed eleganza,
come tuo canto
d’amore
alla bellezza
dell’anima.