Archivio mensile: ottobre 2014

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

I bambini straccioni

I bambini straccioni
sopravvivono
in un mondo
che guarda arrancante
ed indifferente
alla loro diversità.

Sopravvivono
imparando a imitare
la normalità
celando nei loro  occhi
il gelo senza  parole.

Sopravvivono nascondendo
ginocchia sbucciate,
tra le unghia smalto
sporco di terra e di sangue.

Leggi tutto →

Un bimbo per amico

Datemi un bimbo per amico,
ho voglia di rotolarmi tra le foglie,
sentire gli aromi dell’erbe e i profumi dei fiori,
notare il suo stupore;
raccontare le favole,
giocare a mosca cieca,
saltare alla cavallina,
scambiare le figurine,
scherzare;
ecco, lo vedo,
è in compagnia,
gioca con lo smartphone…

Nei miei versi pongo il cuore

Nei miei versi pongo il cuore
Le gioie ed il dolore
Di un vivere comune
E di una vita priva di fortune

Ma dolci ti siano queste parole
Come una melodia, come un sole
E chiaro ti sia il mio amore
Per la tua bellezza, per il sentore

Ch’ogni uomo ha del mistero
e La paura del proprio sentiero
Non sia di tremor la causa
Ma sprone di novella impresa

Andrea Faggi