Archivio mensile: Maggio 2014

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Un altro mondo, il nostro!

E’ Soave,
un morbido velo
adombra come un trucco
il suo volto,
gli occhi neri
spaccano il giorno,
non vorrebbe apparire
ma è.

Una lunga veste
cela il suo corpo,
scivola giù
sino alle scattanti caviglie.

Leggi tutto →

Con le ali al vento

E respirai nell’aria
aquila in sogno con l’ali aperte,
mentre solcavo il cielo
e niente più importava o aveva un senso
tranne avvertir tra le mie piume il vento.

Quell’alito sferzante
prese nell’aree immenso
e illimitato in cui planai
regale e fiera sposa

Il far gentile

Oggidì
il far gentile
è come dirlo
con un fiore,
colto nel pantano
tra le brume
d’inverno,
non temere
d’esser desueto.

Con un sorriso
spontaneo,
con un saluto
cortese,
con un piccolo
gesto insignificante,
che insignificante
non è,
gratifica.

Mi affaccio

Mi affaccio fino ai tuoi occhi
sulla linea profonda dove finiscono le parole

Mi affaccio sul limite dei giorni nostri
quotidiani
reinventati
proposti e suggeriti da entrambi

E sulla soglia del desiderio
mi affaccio

Lascio le mie valigie
con una voglia immensa di saltare nel vuoto
come una specie di un atto consapevole di pazzia

Leggi tutto →

Quando mi parli

Quando mi parli
scivolo nella notte che vive in me,
su una fune tesa, punto d’incontro
di solitudini senza spiegazione
e di fili senza ordine.

Un fremito,
aderente al tuo profumo,
accarezza e sfiora il cielo
più di una volta.

Lo nasconde nel cavo della mano
per poi lasciarlo andare.