Archivio mensile: luglio 2012

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Come l’ombra

Riflesso opaco di quest’ombra,
scura e nera
ma sottile,
vede il buio o poco più
ma crede in questo suo colore morto.

Leggi tutto →

Il profumo del pane e il viandante

Farina, acqua, lievito e sale;
sale il profumo del pane nell’aria;
aria che respiro dal forno infuocato;
infuocato è il mio pensiero;
pensiero rivolto a te viandante;
viandante della vita che passa;
passa da me amico triste;
triste è il giorno e felice sarà;
sarà ora della tua figura;
figura da vivere senza paura.

Sergio Camellini

Aurora 8/8

Aurora era confusa, non capiva assolutamente più nulla, volse il suo sguardo verso Mike ma vedendo il suo viso contratto dal dolore provò una tale pena da avvicinare la poltroncina al letto e stringergli forte la mano e chiamò l’infermiera: ora Mike aveva bisogno di calmanti per il dolore non di parlare .

Leggi tutto →

Il mistero dei dieci euro scomparsi

Il  Barabosso piangeva, piangeva.  Grossi lacrimoni scivolavano lungo le sue guanciotte pelose e gli bagnavano tutta la giacchetta, mentre, seduto all’ombra di una grande quercia non riusciva a smettere di piangere.  Il bosco era silenzioso, stavano calando le prime ombre della sera quando un allegro fischiettio venne a rompere la pace di quei luoghi.

Qualcuno si avvicinava  lungo il sentiero  ed il Barabosso  conosceva bene quel fischio: era sicuramente il suo amico Trippiscio, spirito allegro e birichino che, con fischi e canti esprimeva  la sua gioia di vivere.

Leggi tutto →

Alba a Casablanca (dicembre 2009)

La luce rosea del mattino
sveglia le palme
e scivola tra le vie del mercato
nella polvere e tra le merci
accatastate dai venditori
che richiamano insistenti i turisti. Leggi tutto →