Una provvisoria fine

Una provvisoria fine
dietro i nostri incauti sguardi,
una muta preghiera.

Ho sostenuto un istante di troppo
il riflettersi, il farsi onda
dell’anima. Fuori dal caos perfetto
non c’è pace, né vita,
dentro il perimetro del nostro specchiarci
si fa anima e terra e seme
radice e firmamento,
l’inverno dei miei desideri si scioglie
ed è un dolce congedo dell’io.

Una provvisoria fine ultima modifica: 2013-05-16T09:02:52+00:00 da Rosa Riggio

---

Post Navigation