Proscenio

Avido il mio desiderio
di voglie celate…

Imprecisi momenti in cui,
il confuso tumulto del cuore
soave mi confonde…

Sfuggente sei
come un pensiero ambiguo…

Inafferrabile essenza
di uno stringato atto teatrale,
che mi lascia tesa su di una poltrona
ad aspettare e sperare…

Primo attore della mia vita,
sarò per te comparsa
o anima infinita…

Apparirò brevemente,
senza proferir parola,
salirò su quel palco
e agiremo per il tempo
delle esistenze nostre…

Sarò proscenio e tu ribalta,
me se vorrai,
diverrò protagonista
de’ giorni tuoi,
e di me farai grande artista!

Antonietta Cacace

Proscenio ultima modifica: 2013-10-15T08:57:45+00:00 da Inviati dai lettori

---

Post Navigation