Polaris

In cielo dorme irrequieto il Carro,
da Vega a Thuban,
la stella polare adesso
brilla di un colore
bizzarro
ammirarla nel nero d’abisso.

Sigma Octantis,
sorella gemella,
da una distanza davvero
tremenda
si compiace di tale bellezza
che brilla
e ne fa del verbo Polaris,
leggenda.

Da Mercurio ad oltre Plutone,
la sua bellezza
risplende,
ma anche ad oltre delle stelle
il bilione,
un numero che non si comprende.

Khan,
D’Arco,
Bonaparte,
Colombo
e diversi altri che la storia sconosce,
al vederla
il cuore nel petto
strapiombo,
e anch’io
al sol osservala,
la mia fede di nuovo
rinasce.

 

Francesco Centorrino

Polaris ultima modifica: 2012-11-27T09:00:03+00:00 da Francesco Centorrino

Comments are closed.

Post Navigation