Pensarti tutte le notti

Pensarti tutte
le notti.
Solo,
in questa stanza
spoglia.

Mi giro e rigiro nel letto,
convinto d’essere un libro scritto male.
Chissà quanti essere umani
si sentono come me ora.
E penso agli errori commessi.
Sono troppi.
I rimorsi e la rabbia
mi perseguitano.

L’unica cosa che riesco
a capire
sono le lacrime
che  mi scivolano
sul naso e poi
giù fino al collo.

E’ meglio un albero
spoglio
di un uomo
privo di felicità.

Pensarti tutte le notti ultima modifica: 2013-11-21T09:12:09+00:00 da Mauro Fornaro

Comments are closed.

Post Navigation