Mio giogo

Mio giogo, mio libero
esilio, mia vita.

Sei rimasto in un altro
giardino, un dissimile luogo
tra noi di smemorate presenze
e mi guardi da quella muta
distanza, laconico istante,
cuore di inesorabile grazia,
mia ferita.

Mio giogo ultima modifica: 2012-09-20T09:14:24+00:00 da Rosa Riggio

---

Post Navigation