Mia casa ideale

Un promontorio in località collinare, da dove si ammira il panorama a centottanta gradi, una grande spianata soffice di verde spontaneo, circondata di alberi assortiti, dalla chioma fluente e fioritura profumata, sotto cui  sono disposti sedute di vario tipo: poltrone, sdraio, puff e altro.
In un angolo ben mimetizzato da una siepe di lamponi, more e uva spina, si stende un florido orto di verdure  e altri prodotti assortiti.
Davanti alla siepe un rustico tavolo fatto di tronchi sotto un canniccio coperto di rampicante è pronto per merende, cene  all’aperto e per brum di primavera.
Nel bel mezzo della spianata si erge una costruzione di architettura molto armoniosa, a due piani,  con ampie finestre e graziosi balconcini.
Dentro ampio e luminoso salone con arredamento semplice e funzionale un tavolo atto a mettere a gustare buone cose più persone,  divani forniti di cuscini assortiti anche nei colori e qualche tavolino.  Una parete attrezzata con originali sgabelli componibili che gli stessi ospiti staccano e costruiscono valida a garantire a tutti comodo posto a sedere anche  nelle serate più gremite.
Un arco bassissimo e profondo immette nell’ampia cucina pure lei in semplicità ma ben fornita di strumenti per l’efficienza ,difronte all’arco della cucina si snoda una scala con ringhiera in legno di pino che porta al piano di sopra dove varie camere sono pronte ad accogliere eventuali ospiti.
Lo spazio esterno è animato oltre che dalle persone che si possono muovere liberamente, anche da un gattino che circola con apparente disinteresse fino a quando non gli si butta un  bocconcino, o gli si allunga una carezza, allora ricambia con ripetute fusa, da un trio di oche che si muovono sculettando in perfetta fila   indiana facendo pensare alla retta via da seguire. Potrebbe mancare un cagnolino?…certo che no!…un pacifico labrador marrone ben addestrato fa gli onori di casa annusando chi arriva come per dare il benestare, poi torna a presidiare la sua cuccia posizionata in piena ombra.
Il fascino più significativo di questa casa che la rende quanto mai armoniosa: è la sua gestione dove operano più persone (non servitù) ben pagate ma che vivono come fossero tutti padroni di casa.
La casa è aperta all’amicizia più ampia e variegata, a iniziative di confronto, di approfondimento sui molteplici argomenti che la vita fornisce.
Ecco questa sarebbe la mia casa ideale, quando la raggiungerò siete tutti invitati!

Lucia De Meo
Mia casa ideale ultima modifica: 2014-09-23T08:28:40+00:00 da Inviati dai lettori

---

Post Navigation