L’inatteso

L’inatteso. Così, mi prende
per mano e mi lascia a due passi
da te. Sono di fuoco o di vento?
Rugiada o tempesta?

Sono l’acqua che resta, che scorre
e che vola, miriade di gioia soffusa,
torrente, pioggia di festa e d’amore.

Amore sì, manifesto segreto
che sale e circonda i tuoi passi, i miei
gesti, i tuoi occhi, che s’immerge e
percuote, risacca sorgente, che lega
e sprofonda. Tu onda, tu vita.

L’inatteso ultima modifica: 2013-02-07T09:15:15+00:00 da Rosa Riggio

Comments are closed.

Post Navigation