III. Darkness

Nenia notturna.
Perpetuamente a questo triste fato è assoggettato il giorno: giunge sempre il buio ad ammorbarlo della sua maestosità, ed egli cede il trono e china il capo innanzi al tenebroso altare; similmente desiste questo spirito copioso quando l’ombra del rimorso scende giù per la sua ornata scala, regnando sovrana sulla terra.

Esule spettro di me stesso, compiango la fatale verità che asserva al mondo la mia essenza: caduco figlio della ciclicità, principio e compimento di una realtà smodatamente ingorda, abbandono ogni speranza.

III. Darkness ultima modifica: 2013-04-02T09:09:41+00:00 da Daniele Zappatore

---

Post Navigation