Fu come

c’è stata
una volta,
in cui ho respirato una
stella
cadente
un sentiero d’argento

fu come baciare
un fantasma
nel sottoscala,
le sue labbra premute
contro le mie

mi hai detto
Mio Tesoro
io
non sarò qui per sempre,
solo il tempo
di farti innamorare
di me.

l’alba si affacciava
all’orizzonte, sfocandosi
in anelli di nebbia.
lì stavano il
presente
e anche il
futuro

ma il
passato
era solo memoria –
impronte digitali
racchiuse
in storie tra pagine
sgualcite

e il sole
era forte
e così luminoso.
scaldava i miei polmoni
bruciava il mio cuore

fu come baciare
un fantasma
un fuoco ardente
per un’anima ardente,
sospesa
a mezz’aria

e mi hai sussurrato
Mio Tesoro
io
non sarò qui per sempre,
solo il tempo
di farti piangere.

Fu come ultima modifica: 2016-03-25T08:33:53+00:00 da Sara Montella

Comments are closed.

Post Navigation