Esistere al femminile

L’ alba
che con un raggio del mattino
abusa di una finestra
maldestramente chiusa
per coccolare
tratti somatici di un viso
poggiato drasticamente
in un angolo
come oggetto di troppo
dopo un’ amore
mai esisto

Il corpo
nudo
tremante
impaurito di una donna
di un perché di esistere al femminile

Ora lì
raccolto fra la sicurezza delle sue mani
rantola al buio
di una luce naturale
alla ricerca di quei perchè
senza trovare alcuna risposta
ma solo paura inconscia.

Esistere al femminile ultima modifica: 2012-10-29T09:10:32+00:00 da Giacomo Flussi Cattani

Comments are closed.

Post Navigation