Dedica

Ti dedico gli spazi dove io non ci sono
così potrai riempirli di me

Ed il silenzio
ti dedico anche il silenzio
il silenzio che lasciano ( al loro passo e con la loro fretta)
le parole spettinate

Ti dedico ogni mio spasmo
(con la mia mano o con la tua)
affinché tu possa ricordare quello che significa ballare
quello che si sente quando tocchi i miei fianchi con il tuo corpo
ed il mio respiro rotto con il tuo collo

Ti dedico le mie voglie
(quelle che provochi in me)
e i miei seni in punta che puntano verso di te
ti dedico pure la dilatazione delle mie labbra insieme alla loro tiepidezza
labbra avide di te

Ti dedico la linea sottile che divide i miei piedi dalle mie ali
quella linea
che infrango
consapevolmente
quando mi butto e volo

Dedica ultima modifica: 2014-06-18T08:31:48+00:00 da Hebe Muñoz

---

Post Navigation