Archivio per categoria: Copioni

L’Enigma – Atto terzo – 3/3

Intanto l’atmosfera si fa meno tesa, il violino è solo un languido sottofondo e la luce ha perso un po’ d’intensità, anche i grigi hanno ricominciato la loro solita movimentazione e Begun, anche se non molto convinto, è ritornato dietro al bancone del bar; la cameriera radicchiosa porta una caraffa d’acqua con due bicchieri, sparecchia il tavolino dalle carte e dal bicchierone con ancora del liquido bianco e se ne va. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto terzo – 2/3

Il fotografo fa la faccia sbigottita quando sente la donna raccontare una storia simile alla sua, ma poi si sente preso in giro e si trasforma in un uomo dall’aria cinica. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto terzo – 1/3

ATTO TERZO

La scena del terzo atto è il grande locale retrostante il bancone del bar, sul finestrone in alto si vedono le bottiglie e i bicchieri (dietro ai vetri) e le sagome delle cameriere e di Begun muoversi, ci si accede da una porta in alto a destra, poi si scendono alcuni gradini o dal pianerottolo si può salire nel piano superiore dove ci sono camere e alloggi. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto secondo – 3/3

Il fotografo si precipita quasi correndo verso il fondo del palcoscenico, seguito dagli sguardi di tutti gli avventori, e scompare nella porta con scritto “Cinema”; Leggi tutto →

L’Enigma – Atto secondo – 2/3

Begun ritorna verso il bar mentre il fotografo si prende la testa tra le mani; gli avventori lo guardano con le facce tristi, come comprensivi, come partecipi del suo smarrimento. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto secondo – 1/3

ATTO SECONDO

Siamo adesso nel ventre della piazza, all’interno della prigione: un locale molto grande, pieno di gente e di fumo; in fondo alla scena un bancone bar fornito di file e file di bottiglie, allineate su una grande finestra a spicchi che sembra affacciarsi sul locale retrostante, e poi vassoi, birra alla spina, con una porticina stretta stretta per la cucinetta. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto primo – 4/4

Si alza in piedi e si rimette la sacca in spalla, dà un’occhiata alla statua e, facendo il ben noto gesto dell’ombrello dedicato all’Ammiraglio Beccaria, si avvicina al primo degli archi della prospettiva di sinistra, guarda dentro e fuori, tocca con le mani il muro come per cercare qualcosa. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto primo – 3/4

“Ho la testa scombussolata, come se vivessi un sogno, mi sembra di guardarmi dall’esterno e mi vedo qui seduto su questa panchina verde con quest’energumeno che mi guarda dall’alto del suo piedistallo, truce. E io qui immobile in quest’aria immota a fissare il vuoto, il niente. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto primo – 2/4

Si guarda intorno con le mani aperte e con la faccia significativa, per dimostrare la veridicità delle sue parole. Leggi tutto →

L’Enigma – Atto primo – 1/4

Personaggi
Piazza Beccaria – entità psico-fisica coercitrice
Il fotografo – protagonista della vicenda
Begun – il barista
L’ometto calvo con i baffi a manubrio e il grembiule da macellaio
La prima giovane cameriera
Albren – il titolare dell’agenzia fotografica AFA
Anna – la vipera malinconica
La cameriera radicchiosa
La donna in nero col bimbo
I grigi – avventori del locale (abiti e facce rigorosamente grigi)

 

 

ATTO PRIMO Leggi tutto →