Carnevale

Vestito di una mia solitudine compagna
indosso un piangente Pierrot come maschera
in questo allegro carnevale
di lacrime filanti e coriandoli di sogni calpestati

Un birbante Arlecchino
colorato di colori sgargianti
e pronto a malinconici scherzi
attraversa la piazza del mio cuore
invasa da ombre di persone e carri allegorici
festosi in una musica loro
e da spensierata indifferenza totale

Mentre gabbiani
sorvolano con ali al vento
i miei pensieri
svaniti in un tempo.

Carnevale ultima modifica: 2013-07-05T09:15:20+00:00 da Giacomo Flussi Cattani

One Thought on “Carnevale

  1. Luciano Zella on 05/07/2013 at 9:47 said:

    Molto bella; con i suoi colori malinconici questa poesia è riuscita a rubare la mia attenzione, mi ha portato per un attimo altrove e mi ha regalato un bel momento d’intensità. Grazie.

Post Navigation