Archivio per Autore: Nina Miselli

Nina Miselli nata a Piedimonte Matese, vive a Montecchio Emilia.
Nel 2005 ha pubblicato Il bacio della buona, racconta, con estrema dolcezza quel mondo di favole e l’universo delle storie fantastiche per i suoi due figli Bruno e Rosy.
Ama leggere, scrivere, disegnare e colleziona personaggi della fantasia.

Papà (I più votati di Prosa e Poesia)

Ricordo ancora quel tempo della vita mortale,
quando forte mi abbracciavi,
nei tuoi occhi risplendeva il tuo amore,
la tua dolcezza mi regalava pensieri di felicità.

La speranza di un dolce futuro che non mi abbandonò mai…
vivo nel tuo dolce ricordo come un campo fiorito in primavera.

Mattina (I più votati di Prosa e Poesia)

Oh soave mattina
Tu che illumini il giorno,
porti lontano da me la notte.

Io ti vedo arrivar
e penso che mi porti lontano mia nonna.
Col viso in lacrime ti vedo spuntar
e ripenso a ieri di quando ero felice,
una speranza, forse un sogno era ieri.

Oh soave mattina perché porti tristezza,
perché non mi fai sognar…
io grido, piango, mi dispero,
a cosa serve, ora che me l’hai portata via.

Giorno di tristezza, giorno d’odio
ti prego vattene e fammi tornare a ieri di quando ero felice.

Non mi far piangere ti prego donami il passato…

Vita (I più votati di Prosa e Poesia)

Prova ad aprire una finestra,
dipingere il cielo,
puoi dipingere il tuo giorno o lasciarlo grigio,
ma puoi con un piccolo gesto cambiare tutto…
Basta affrontare il mondo con un dolce sorriso

Gioia (I più votati di Prosa e Poesia)

La gioia è dentro di noi
ogni tanto dovremo essere capaci di aprire la nostra finestra e…
Lasciarla uscire a prendere aria,
vedremo tutto il mondo migliore.

Nostalgia (I più votati di Prosa e Poesia)

C’è un dolore dentro di me…
sento il vuoto…

Chiudo gli occhi e rivedo i miei verdi prati,
le mie montagne,
il mio papà che ride felice…

Lo guardo e vorrei abbracciarlo.
apro gli occhi e lui scompare…

C’è dolore, c’è amore, c’è malinconia,
c’è un dolce ricordo che si chiama nostalgia….

dedicata a mio padre Bruno tvb

Papà

Ricordo ancora quel tempo della vita mortale,
quando forte mi abbracciavi,
nei tuoi occhi risplendeva il tuo amore,
la tua dolcezza mi regalava pensieri di felicità.

La speranza di un dolce futuro che non mi abbandonò mai…
vivo nel tuo dolce ricordo come un campo fiorito in primavera.