300 ANNI – Quinta parte

Successivamente, ma sempre all’ interno del Ciclo di Conferenze, promosse dall’ Associazione Rosolinesi in Siracusa  in occasione del 300° Anniversario della Fondazione di Rosolini, si è tenuta la Conferenza “ Attività di ricerca storica su Rosolini. Esiti e novità “ che ha avuto come Relatore il  Dott. Salvatore Spadaro, commercialista per professione,
ma che contemporaneamente si rivela essere un grande cultore della storia locale che coltiva ed approfondisce con costante impegno e passione.
Durante la Conferenza da lui tenuta, è stato messo in luce, oltre agli altri eventi ed accadimenti, il periodo caratterizzato dall’ arrivo del colera nel 1873 che decimò il 12% della popolazione e fu l’ evento che procurò la percentuale più alta di decessi rispetto ad altre zone territoriali.
Le scarse conoscenze di ordine terapeutico, le quasi totali mancanze di norme e di pratiche di tipo igenico- sanitario, contribuirono a favorire una tale nefasta situazione.
Inoltre è stato portato alla luce un registro contenente l’ elenco dei defunti, le loro generalità ed anche il luogo della loro sepoltura che si trova collocato sia sotto il pavimento della Chiesa del S.S. Crocefisso e sia nella Chiesetta  dell’ Immacolata, confinante con il Castello dei Platamoni.
Quest’ultima oggi è inesistente, in quanto fu demolita, lasciando spazio alla costruzione di un edificio moderno e privato. Anche dei pietosi resti di quei defunti si sono perse le tracce, ma non le memorie ed ecco perchè questi Eventi e queste Conferenze acquistano un’ importanza particolare che viene accentuata in occasione dei Festeggiamenti del 300° Anniversario.
Infatti dove c’è memoria, c’è anche vita e dove c’è vita, ci sono anche impegno e sentimenti, vissuti nel presente, ma anche e volutamente proiettati nel futuro.
Di quel terribile colera che colpì Rosolini nel lontano 1873, ne ha narrato anche il notaio Faustino Maltese, riportando la gravità dell’ evento e lo strazio dei defunti abbandonati lungo le strade del paese. L’ impegno ed il rigore narrativo del notaio Faustino Maltese sono noti ed apprezzati anche all’ Estero e la Città di Rosolini ha reso omaggio al suo Illustre Cittadino nel centenario della sua morte.
Inoltre sempre all’ interno dei Festeggiamenti del 300° Anniversario della Fondazione di Rosolini, sono stati portati avanti i rapporti con Il Circolo Italo – Siciliano della Città di Santa Fe, dove la maggior parte dei Membri  del Circolo, fra i quali il Presidente  Professor Giuliano Ovando Salemi Gugliotta , sono originari di Rosolini.

Come confermano  i  vari Comunicati Stampa rilasciati dal Litorale Argentino :

In occasione della “ Settimana della Cultura Italo- Siciliana “, organizzata dal Circolo Siciliano di Santa Fe, tra gli Eventi proposti, la Settimana della Cultura Italo – Siciliana si è aperta con il corso
“ Tradizione e Cultura Siciliana “ che si è tenuto tramite una videoconferenza dall’ Italia.
Inoltre presso il “ Liceo Municipale di Santa Fe – Antonio Fuentes del Arco“è avvenuto il primo incontro e dove si  sono tenuti  tutti gli incontri successivi. Al termine del Corso verrà rilasciato un Certificato di frequenza.Il Corso è tenuto dalla poetessa e cultrice di tradizioni locali, Professoressa Ignazia Iemmolo.Il Corso si è potuto organizzare sulla base degli accordi stabiliti dal Sindaco del Comune di Rosolini Dott. Savarino con il Presidente del Circolo Siciliano di Santa Fe Prof. Ovando Salemi insieme a tutti i membri della Commissione e con il consenso della Preside del Liceo, la Professoressa Susana D’ Amelio e questo costituisce un passo concreto verso la costruzione di un comune progetto educativo da parte del Presidente dell’ Associazione Rosolinesi Prof. Corrado Calvo.
Inoltre il Circolo Siciliano della Città di Santa Fe ha presentato la Mostra “SICILIA OGGI” presso
l’ Areoporto di Sauce Viejo.
Il Venerdì 3 agosto 2012 il dottor Ricardo Lopez Murphy, ha visitato la città di Santa Fe e ha tenuto un discorso ufficiale in occasione dell’apertura della conferenza dedicata al “160 ° Anniversario della sua Fondazione e della promulgazione della Costituzione Nazionale ispirata al pe
nsiero teorico di Jorge Reynoso Aldao”.
Presente anche il dottor Ricardo Lopez Murphy alla Mostra “Sicilia Oggi”, nel padiglione Sauce Viejo Airport Sabato 4 agosto 2012 prima della sua partenza per la città di Buenos Aires
Per la sua figura pubblica e di spicco il dottor Lopez Murphy è una persona ben nota. Economista e uomo politico, membro della Unione Civica Radicale, è stato Ministro della Difesa, Ministro dell’Economia e Ministro delle infrastrutture e dell’edilizia abitativa, sotto la Presidenza di Fernando de la Rua. Attualmente presiede la Civic repubblicano Foundation (FCR) ed è stato eletto Presidente della Rete Liberale dell’America Latina (RELIAL). Ha conseguito una laurea in Economia presso l’Università Nazionale di La Plata, con Master in Economia presso l’Università di Chicago.
E ancora fra i diversi Eventi, all’ interno dei Festeggiamenti che si sono tenuti per onorare l’ Anniversario della Repubblica Italiana e per celebrare la Giornata dell’ Immigrante, il Circolo Siciliano della Città di Santa Fe ha organizzato il Primo Ciclo delle Giornate Italo Siciliane che si  sono tenute  nell’ ex Stazione Belgrano dal 1 al 6 Giugno 2012. Le Giornate Italo Siciliane hanno avuto come intento primario, lo scopo di  promuovere e diffondere la comune matrice culturale Italo Siciliana, organizzando Mostre per fare conoscere le comuni origini e tradizioni attraverso le diverse espressioni artistiche quali : la fotografia, la musica e la danza. Questo progetto circa lo svolgimento delle Mostre si è tenuto all’interno della importante Sede del Governo nella Città di Santa Fe con la Mostra fotografica, intitolata “ Sicilia Oggi”. La Mostra fotografica ha esposto immagini di tutte le Province della Regione Siciliana con particolare attenzione e riferimento all’ Anniversario dei 300 Anni della fondazione del Comune di Rosolini. La Mostra è stata patrocinata dalle Autorità Italiane presenti nella Città di Santa Fe.E’ doveroso rivolgere un ringraziamento al Presidente della Provincia di Siracusa – Sicilia Dott. Nicola Bono, il quale ha dichiarato la Mostra fotografica di interesse sia nazionale che internazionale. Inoltre seguendo il percorso che traccia i valori fondamentali della propria Cultura nella Città di Santa Fe , importante è stata la presenza della Banda Sinfonica della Città di Santa Fe, diretta dal Maestro Juan Rodriguez insieme al solista Roberto Nadalet che si è tenuta nel mese di giugno durante i festeggiamenti della Giornata dell’ Immigrante . Tale concerto era già noto al pubblico presente che sa e condivide l’ amore per le comuni origini italiane e che approva le attività svolte dal Circolo Siciliano di Santa Fe, appoggiato dal Comune di Santa Fe e dal Segretario della Cultura Mter Damiàn Rodriguez Kees che ha permesso di inserire questo Concerto all’ interno del programma delle “ Domeniche en Candioti “
Le attività sopra svolte dal Circolo Siciliano della Città di Santa Fe, sono state patrocinate dall’Associazione Rosolinesi in Siracusa, in ottemperanza alla lettera di intenti a suo tempo firmata dal Presidente del Circolo di Santa Fè, il Professor Giuliano Ovando Salemi Gugliotta con il Presidente dell’ Associazione Rosolinesi in Siracusa, Signor Corrado Di Stefano.
C’è un legame profondo che unisce i Rosolinesi, in Rosolini e nel mondo, come confermano  numerose e diverse testimonianze.
Così anche nella Terra lontana di Argentina e per la precisione nella Città di Santa Fe, si  è stabilita una linea di continuità nel portare avanti e tramandare le comuni radici Rosolinesi e Siciliane.
In Italia, nella Città di Rosolini, già molti Illustri Rosolinesi si erano impegnati nel diramare e tramandare la conoscenza storica del proprio territorio, come qualità  necessaria ed indispensabile per riconoscere la propria Identità.
Fra questi, spiccano i nomi della Presidente dell’ Archeoclub d’Italia di Rosolini,Giuseppina Milceri. che ha realizzato un’ importante relazione sulla Storia del Territorio, oltre che a manifestare concretamente, attraverso il proprio impegno, sia l’ amore che il valore della propria Terra. Alla Signora Milceri si aggiunge  lo studioso Giovanni Savarino, al quale va il merito di essere stato il promotore riguardo agli Studi sulla Storia locale della propria Città di Rosolini. A questi si aggiungono anche l’ impegno prezioso e le ricerche dettagliate ad opera di Maltese ed Aprile, insieme ad altri Illustri Cittadini che sempre hanno avuto a cuore sia il passato che il presente insieme al futuro della Città di Rosolini, pur vivendo altrove nel mondo.
A tale proposito in occasione della conclusione dei Festeggiamenti del 300° Anniversario della Fondazione di Rosolini si è realizzata una serata in ricordo di tutti i Rosolinesi nel mondo.
Nella bibblioteca provinciale dei Frati Minori Capuccini “Innocenziana” nei pressi delle latomie in Siracusa si è svolta la serata conviviale di fine anno che ha anche chiuso l’ anno dei Festeggiamenti per il 300° Anniversario. Fra le iniziative della serata, di rilievo è stata la proiezione del video “La Voce nel vento” del regista Roberto Garay e realizzato con una Co-Produzione Italia/ Argentina e con la partecipazione di SintesiCinematografica di Nicola Forino.
Il video”La Voce nel vento” narra ed esprime pienamente i sentimenti e le sofferenze di tutti colori che hanno dovuto lasciare la propria Terra, pur continuando a tenerla stretta al proprio cuore.
Inoltre sono molte le figure meritevoli e di spicco fra i Rosolinesi e fra questi è stato ricordato anche Luigi Terminello, al quale è stata dedicata una Conferenza dal titolo “ Luigi Terminello: l’ Umano e l’Eroico che ha vantato come relatrice, la presenza della Professoressa Ignazia Iemmolo Portelli e che si è tenuta in data 24 novembre 2012 presso la Sala Multimediale della Provincia Regionale di Siracusa nella Città di Siracusa.

300 ANNI – Quinta parte ultima modifica: 2013-08-30T09:00:52+00:00 da Rosetta Savelli

---

Post Navigation