Archivio mensile: maggio 2017

Stai visitando gli archivi di Prosa e Poesia.

Il grande coperchio (I più votati di Prosa e Poesia)

Senti uomo,
hai vissuto un evento
oltremodo emotivo,
sul quale hai messo
un grande coperchio,
per celare lo stress.

Vuoi chiudere gli occhi
sul dolore,
trattieni le lacrime,
piangi dentro
e non t’accorgi
che ti fa più male.

Anima e Psiche

Se parlo al profondo della mia Anima
scendo e controllo la macchina in funzione
mi accorgo che il carburante
emerge da un altro mondo.

Vitalizza ramificazioni sanguigne
che io decida o meno
s’inceppa, ove non lo faccio passare.

Non smetto di pompare oli stantii
li cambio e riavvio il motore
per aprir le strade chiuse
urge un urlo
non il dottore.

Madre

Madre,
mia gioia,
mia saggezza
mio scudo di salvezza.

Il tempo passa
sfiorisce
la tua giovinezza
ma non il tuo sorriso,
che più volte mi salvò
tra pianti e dolori.

Non ti ringrazierò
mai abbastanza
d’avermi donato la vita
con sacrificio, con coraggio
senza un lamento, senza alcun rimpianto.

Riservando tutto il
tuo amore in cambio di nulla.

… dentro a tanta grazia
provo angoscia

Vorrei morire con te

(Vorrei poter morire
tra le tue braccia
e soffocare nel tuo ardente amore
che pulsa sul tuo corpo
sconvolgendo spasmi di passione
con infiniti silenzi
e morire, morire con te
negli implacabili sogni in cui vivi.)

*****

Leggi tutto →

Contentezza campagnola (I più votati di Prosa e Poesia)

La contentezza si diffuse
sull’aia all’imbrunire
tra pannocchie di mais
sgranate.

La fisarmonica
iniziò a soffiare
il suo piacevole
suono.

Leggi tutto →

Timide parole

Sul suo viso
son dipinte
emozioni delicate,
tracciate
da un sorriso
e velate
di malinconia.

Intessute d’un filo
sottile per due ore.

Poi t’accorgi
che quelle
timide parole,
dette e non dette
parlano di te,
sono un germoglio
d’amore.

Sotto l’ombrello
col batticuore.